Storie da leggere

Achille Occhetto, La Gioiosa Macchina da Guerra, 2013

A
Occhetto, la gioiosa macchina da guerra

E se immagini l’ipotesi di un Big Bang alla rovescia in cui tutti i formicai, tutti gli alveari – delle api e delle metropoli – e le cacche dei gatti e di cani escono dal loro cerchio magico e si contraggono in un punto infinitamente piccolo, ti viene da pensare che ha poca importanza il rapporto tra anima e corpo, tra materia e spirito, e che tragiche coppie di opposti amanti del pensiero umano danzano sull’abisso dell’inesplicabile assurdità dell’esistente dall’alba dei tempi.

Occhetto, la gioiosa macchina da guerra

L’italiano debole del potere forte

L

http://www.accademiadellacrusca.it/it/tema-del-mese

Se avete twitter (e poi magari mi spiegate se preferite usarlo col pc, con lo smartphone o col tablet) vi consiglio di seguire @EinaudiEditore e @AccademiaCrusca. Troverete un sacco di messaggi stimolanti, come quello della Crusca che segnala l’ottimo articolo di Coletti sull’evoluzione del registro linguistico politico. Scendete in campo, allora, e se volete candidarvi ripulite il vostro eloquio da facili attrazioni auliche. Non funzionano. Meglio un vaffaday.

Sull’autore

Major

Linguista, mezzo latinista, antigrecista e web designer, a Frascati (Roma)

Follow Me