Tagfrascati

Il 6 e 7 Giugno, al Comune di Frascati, vota MORELLI

I

Appello al voto di Damiano Morelli

Il 6 e 7 Giugno vota MORELLI

Il 6 e il 7 giugno ci sono le elezioni. Dopo cinque anni di servizio come Consigliere Comunale a Frascati chiedo di accordare la fiducia prima a un progetto, che è quello di riunire la Sinistra, senza aggettivi e dove ciascuno conta per quello che è; poi ad un percorso, che ci ha visto impegnati a scegliere prima le regole del gioco, poi i compagni di viaggio, coi quali abbiamo redatto e condiviso un programma e coi quali abbiamo scelto gli uomini. Stefano Di Tommaso è stato indicato dalla città come candidato sindaco a Frascati per il centrosinistra tutto.

Stefano Di Tommaso è appoggiato da Frascati a Sinistra, ed è sotto gli occhi di tutti quanto bisogno di sinistra ci sia in Italia, così come a Frascati. L’impegno sulle politiche sociali, sul blocco completo delle nuove varianti urbanistiche, sulla concreta applicazione della democrazia partecipata, sul completamento della copertura della raccolta differenziata, le sfide per la sostenibilità ambientale e la tutela del territorio, il diritto al lavoro, alla salute, all’istruzione.

Tre parole d’ordine: etica, diritti, qualità della vita. E’ per questo che Frascati a Sinistra è nata, per questo che si è battuta e continuerà a battersi, per questo è la Sinistra che c’è.

Anche io sono candidato a queste elezioni, per mettere a disposizione la mia esperienza e per metterci di nuovo la faccia, come un cittadino consapevole e attivo dovrebbe fare. A nulla serve nascondersi, a nulla rimanere invisibili, a nulla morire di muffa. La città ha bisogno di noi, l’Italia ha bisogno di noi.

Al Consiglio Comunale, il 6 e 7 giugno, vota Frascati a Sinistra per Stefano di Tommaso, barra il simbolo e scrivi MORELLI.

Alle Europee vota Sinistra e Libertà, barra il simbolo e scrivi GUIDONI, VENDOLA, FAVA.

Cena di solidarietà a Cocciano

C

Cena della solidarietà a Cocciano

Il 30 Maggio 2009, presso la Parrocchia di Cocciano, a Frascati ci sarà l’annuale Cena della Solidarietà finalizzata al finanziamento di progetti nelle missioni dell’Africa gemellate con la parrocchia S.Giuseppe Lavoratore. Tra queste spiccano quelle oblate del Senegal e della Guinea Bissau.

La manifestazione è coordinata da alcuni laici oblati.

Ritengo opportuno condividere tale attività anche allo scopo di favorire l’eventuale vostra partecipazione e consentirne la diffusione presso comuni amici.

Red Cross

R

Croce Rossa

Perché tutto questo daffare per avere in fretta la Croce Rossa a Frascati? Cosa c’è di sbagliato nell’aspettare che siano disponibili i nuovi locali del Centro Direzionale di Cocciano e dotare anche quel quartiere di un polo socio-sanitario di eccellenza?

Comunicato Stampa Presidi Socio-Sanitari

La spia sono state le dimissioni del Sindaco, poi rientrate. Era previsto un Consiglio Comunale prima dei 20 giorni previsti per la ratifica, e il Cons. Cristofanelli, che da anni fa della Croce Rossa a Frascati una battaglia politica, ha pensato di anticipare tutti, scavalcando il lavoro della Commissione Affari Sociali, per ripresentare la sua mozione, stavolta in termini perentori, prevedento tempi, spazi e denari. L’obiettivo era di certo quello di andare in Consiglio prima dello scioglimento dello stesso, causato dalle dimissioni del Sindaco. Ed è proprio questo a far sentire puzza di bruciato, ovvero una fretta tutta di immagine, tutta politica, tutta strumentale di avere la primigenitura di qualcosa che invece dovrebbe essere patrimonio di tutti. Ben fatto.

Ma la mozione, arrivata poi in Consiglio, è stata bocciata, ed è stato invece accolto un Ordine del Giorno da me presentato. Con somma gioia per me, che in qualità di Presidente della Commissione Affari Sociali ritengo di aver svolto il mio compito; del Sindaco, che finalmente è stato incaricato dal Consiglio di trovare dei locali; del Cons. Cristofanelli, che nonostante abbia abbandonato l’aula, può vedere ratificato dal Consiglio il passaggio successivo al lavoro della Commissione.

Con buona pace di tutti, ma soprattutto della Croce Rossa e delle altre Associazioni socio-sanitarie (AVIS, sclerosi multipla, protezione civile…)

Schegge di Myanmar

S

Perugia - Assisi 2007

La situazione in Birmania degenera. Il mio contributo al processo di Pace è difficile, ma mai inutile. Per questo ho presentato oggi, al Consiglio Comunale di Frascati, un Ordine del Giorno, poi approvato all’unanimità, per evidenziare le condizioni angosciose del popolo Birmano, ma soprattutto, nella giornata in cui ciascuno di noi ha indossato una maglia rossa, per portare all’attenzione di tutta la Città che Frascati è fatta di uomini di Pace, che Frascati non si tira indietro, che anche da noi deve partire un impulso al nostro Governo affinché lavori con Cina ed India per isolare il regime di Myanmar.

Proseguiremo questo percorso tutti insieme, da Perugia ad Assisi, vestiti di rosso, per dare linfa a quel fiume che farà parlare di sé, che uscirà dagli argini per dire basta, per urlare affinché sia ridata la piena libertà al Premio Nobel per la Pace Aung San Suu Kyi, che ha passato undici degli ultimi diciassette anni reclusa dal regime. Saremo tanti, saremo rossi, saremo belli e potenti. L’indifferenza non dà pace. Ricordiamocene.

Sull’autore

Major

Linguista, mezzo latinista, antigrecista e web designer, a Frascati (Roma)

Follow Me