Pride is now

Roma Pride 2007

Voglio fare un proclama ufficiale. Perché, mi si chiederà? Perché sono un politico, e quindi è giusto assumere un tono consono alla posizione.

Damiano Morelli, Consigliere Comunale a Frascati per il Partito della Rifondazione Comunista, aderisce alla piattaforma politica del Roma Pride 2007, per dare sostegno a quei valori di dignità, laicità, parità di diritto che devono essere imprescindibilmente alla base di ogni democrazia e di ogni stato civile.

Ecco, la dichiarazione è fatta.

Era necessario? Sì, lo era. In primo luogo perché di queste cose si deve parlare. Non parlarne equivale a fingere che non esistano, e troppo spesso qualcuno, al governo, non parla o parla talmente sottovoce per essere sicuro che non venga sentito. E così dilaga l’omofobia, non perché la paura di qualcosa di non consueto sia effettivamente tale, ma perché tutto volge a fare in modo che il popolo non abbia modo di confrontarsi con qualcosa di non consueto, rendendo di fatto impossibile il diventare consueto, conosciuto, e quindi non temibile.

Uno stato deve essere laico, deve essere tollerante, deve riconoscere gli stessi diritti a tutti i suoi cittadini. Uno stato che non lo fa è ostaggio di qualcun altro. Così come chi non vuole pensare. Il suo cervello è ostaggio di altri. Liberiamoci, dunque, e facciamolo consapevolmente. E se non sapete da dove cominciare, vi offro io un punto di partenza.

Il blog di Tiberius.

One comment

  1. Alberto

    Ti avevo detto che volevo scendere anch’io per partecipare? Ci sono stati degli “eccessi”?

    1 settembre 2007 at 05:20

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: